Lingua

    itzh-CNenfrderoes

    Chi Siamo

    SCUOLA PRIMARIA . NET è il sito in cui trovare materiale per la Scuola Primaria, schede e l'elenco completo delle scuole primarie d'Italia, utile per insegnanti e genitori.

    Scuola Primaria . NET

    Ricerca per Categoria

    NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

    Continuando a navigare su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookies al fine di assicurare il giusto comfort alla tua visita e realizzare statistiche. Per saperne di piu'

    Approvo

    Dati di navigazione

    I sistemi informatici preposti al funzionamento dei siti acquisiscono automaticamente alcune informazioni - ad es. indirizzo IP, indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta e altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico del Cliente/Utente - che per loro natura potrebbero, mediante associazioni ed elaborazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare il Cliente/Utente visitatore. Questi dati sono anonimi e vengono utilizzati solo per informazioni di tipo statistico (quindi sono anonimi) e per controllare il corretto funzionamento dei SITI.

    I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati.

Il sito utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google"). Google Analytics utilizza dei "cookies" che sono file di testo che vengono depositati sul Vostro computer per consentire di analizzare come gli utenti utilizzano i siti. Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo dei siti da parte Vostra (compreso il Vostro indirizzo IP) verranno trasmesse a, e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare ed esaminare il Vostro utilizzo dei siti, compilare report sulle attività dei siti e fornire altri servizi relativi alle attività dei siti e all'utilizzo di Internet.

    Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. I dati saranno trattati in forma anonima e Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, ma ciò potrebbe impedirvi di utilizzare tutte le funzionalità del sito. Google Analytics è un servizio di Google Inc. 1600 Amphitheatre Parkway - Mountain View CA 94043, USA.Ulteriori informazioni sulla privacy policy di Google Analytics sono reperibili ai seguenti indirizzi:

    http://www.google.com/policies/technologies/ads/
    http://www.google.com/analytics/terms/it.html
    http://www.google.com/policies/privacy/
    Se invece si desidera disattivare durante la propria navigazione Google Analytics si può SCARICARE QUI il componente per farlo.

    Note Legali - Disclaimer

    Scuola Primaria . NET raccoglie e utilizza i dati personali dei propri utenti secondo le norme del Decreto Legislativo n. 196/2003 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") Titolare del trattamento è Scuola Primaria . NET con sede in via A. Diaz, 41 38085 Prezzo (TN). La raccolta dei dati può avvenire tramite il sito www.scuola-Primaria.net, www.scuola-primaria.net, www.vacanzebambini.net (e relativi sottodomini corrispondenti al network)

    I testi, le informazioni e gli altri dati pubblicati in questo sito nonchè i link ad altri siti presenti sul web hanno esclusivamente scopo informativo e non assumono alcun carattere di ufficialità. Non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori od omissioni di qualsiasi tipo e per qualunque tipo di danno diretto, indiretto o accidentale derivante dalla lettura o dall'impiego delle informazioni pubblicate, o di qualsiasi forma di contenuto presente nel sito o per l'accesso o l'uso del materiale contenuto in altri siti. Non si garantisce l'accuratezza e l'integrità delle informazioni riportate e pertanto si declina ogni responsabilità per eventuali problemi o danni causati da errori o omissioni, anche nel caso tali errori o omissioni risultino da negligenza, caso fortuito o altra causa. Le risposte che vengono fornite gratuitamente via mail o con altro mezzo ai visitatori di questo sito non sono consulenze e non ci si assume alcuna responsabilità per le stesse.

    La navigazione sul sito è completamente gratuita ed ogni informazione e relazione scambiata tra il titolare del sito ed i navigatori avviene senza scopo di lucro ed al di fuori di ogni attività commerciale o professionale. Il contenuto del sito è tutelato da copyright e può essere liberamente stampato ed utilizzato solo per uso personale e non commerciale. L'utente prende atto che la navigazione nel sito avviene a suo esclusivo rischio. Né il titolare del sito, né altri soggetti che hanno collaborato nella creazione, produzione o immissione in rete dello stesso saranno responsabili per qualunque danno derivante dalla navigazione, comprese le operazioni di downloading, l'utilizzo di materiali scaricati, i problemi di trasmissione, errori, omissioni, inesattezze di qualsiasi tipo, interruzioni o ritardi, virus o altro. Il titolare del sito declina ogni responsabilità in merito al contenuto dei siti collegati tramite link, o in altra forma, al loro mancato aggiornamento o ad altri danni che possono verificarsi all'utente dalla navigazione sugli stessi. I titolari dei siti linkati che non gradissero il rinvio possono segnalarlo e saranno immediatamente rimossi.

    Per ogni eventuale lite che insorgesse in merito all'accesso o all'uso del sito, o in relazione al download o all'uso del materiale inviato, o a qualsiasi altro titolo, tra il navigatore ed il titolare del sito o altri soggetti che hanno collaborato, collaborano o collaboreranno alla realizzazione e alla gestione dello stesso, l'utente accetta la giurisdizione dello stato italiano ed, in ogni caso, l'applicazione della legge italiana in vigore al momento della lite, indipendentemente dal proprio domicilio o dalla propria sede. Tutte le attività poste in essere tramite il sito si intendono verificatesi in Italia.

    Privacy - Tutela dei dati personali 

    I dati sono raccolti ed utilizzati in conformità al Decreto Legislativo n.196/2003 ("Codice in materia di protezione dei dati personali").

    Ai sensi dell'articolo 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali Scuola Primaria . NET informa che:
    I dati di registrazione forniti dagli utenti sono raccolti ed utilizzati da Scuola Primaria . NET, anche mediante strumenti e procedure informatiche, per le seguenti finalità:

    1. erogazione e gestione del servizio;
    2. informazione commerciale, marketing, invio di materiale pubblicitario relativo a prodotti e servizi di Scuola Primaria . NET, ovvero di terzi inserzionisti pubblicitari;
    3. rilevazione della qualità dei servizi e del grado di soddisfazione degli utenti.

    Alcuni dati potranno essere comunicati da Scuola Primaria . NET a terzi soggetti, con i quali Scuola Primaria . NET abbia stipulato accordi di partnership, con il solo obiettivo di erogare i servizi offerti. Tale comunicazione può riguardare anche obiettivi commerciali.
    Scuola Primaria . NET ha la facoltà di inviare i propri cookies sul computer dell'utente. La disabilitazione della ricezione del cookie da parte dell'utente non garantirà la corretta erogazione dei servizi offerti.
    Scuola Primaria . NET consente inoltre ai suoi inserzionisti di inviare i loro cookies sul computer dell'utente e di accedervi. L'utilizzo dei propri cookies da parte di altre società partner di Scuola Primaria . NET è tuttavia soggetto esclusivamente alle loro rispettive politiche in materia di privacy, e non al presente documento. In particolare:

    1. per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono dell'utente) sulle visite dell'utente a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarlo.  

    Gli inserzionisti presenti sulle pagine Scuola Primaria . NET non hanno accesso ai cookies di Scuola Primaria . NET.
    Potranno essere richiesti chiarimenti nella sezione contatti del sito principale Scuola Primaria . NET
    L'articolo 7 del Codice in materia di protezione dei dati personali conferisce all'utente la possibilità di:

    1. ottenere dal Titolare del trattamento la conferma dell'esistenza o meno di propri dati personali;
    2. di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge;
    3. l'aggiornamento, la rettificazione o l'integrazione dei dati;
    4. di opporsi al trattamento, per motivi legittimi, ai trattamenti finalizzati al marketing e all'informazione commerciale.
    5. Per far valere tali diritti, l'Utente può rivolgersi direttamente ad Scuola Primaria . NET.

    CONSERVAZIONE DEI DATI

    Scuola Primaria . NET raccoglie e conserva le informazioni degli utenti in un database. Ciò permette al sistema di riconoscere le sue impostazioni personali al fine di una migliore erogazione dei servizi.
    In ogni momento l'utente può richiedere la cancellazione del suo account. La cancellazione avverrà nei tempi tecnici necessari per soddisfare la richiesta.
    I dati degli utenti possono essere conservati su copie di back-up anche dopo la richiesta della cancellazione.

    SERVIZI ESTERNI

    INTERAZIONE CON SOCIAL

    Nel sito sono presenti pulsanti e campi di integrazione con alcuni Social (Twitter, Google Facebook).
    Questi servizi permettono di effettuare interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne, direttamente dalle pagine dell’Applicazione. Le interazioni e le informazioni acquisite da questa Applicazione sono in ogni caso soggette alle impostazioni privacy dell’Utente relative ad ogni social network.
    Attraverso l’interazione con tali social network, è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.

    Social Tweeter sono servizi di interazione con il social network Tweeter, forniti da Tweeter Dati personali raccolti: Cookie e Dati di navigazione ed utilizzo. Luogo del Trattamento: USA – Privacy Policy.

    Sociali Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc. Dati personali raccolti: Cookie e Dati di navigazione ed utilizzo. Luogo del Trattamento: USA – Privacy Policy

    Social Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Faebookr Dati personali raccolti: Cookie e Dati di navigazione ed utilizzo. Luogo del Trattamento: USA – Privacy Policy.

     
    Modifiche alle presenti politiche sulla privacy 

    Scuola Primaria . NET si riserva il diritto di modificare il presente documento. Le modifiche saranno comunicate tramite avvisi sui siti di Scuola Primaria . NET.

    Privacy Policy

    Chi c'è Online?

    Abbiamo 153 visitatori e nessun utente online

    Martedì, 22 Marzo 2022 16:17

    LIBRO YOLE ALLA CONQUISTA DELLA SGRAMMATICA In evidenza

    Scritto da
    Vota questo articolo
    (2 Voti)
    RECENSIONE DI NADIA LEVATO Il libro inizia con delle bellissime parti descrittive piene di vocaboli e contenuti che danno ricchezza lessicale, molto limitata nei ragazzi di oggi, ne susseguiranno parecchie nel corso della narrazione. Il racconto è fuori dagli schemi e soprattutto lo è Yole, la protagonista, con la sua fantasia e la sua proverbiale distrazione. Si sente dire di essere diventata grande ma non si sente diversa nè nel fisico, nè nello spirito anzi sente solo le rinunce ai giochi e al divertimento.

     

    Sbatte, ben presto, contro un evento improvviso: l'ingresso inevitabile alla scuola primaria con tanto di orribile grembiulino blu.

    Bella la sottolineatura in grassetto di parole, di vocaboli e modi di dire che danno enfasi al racconto.

    La scuola la sente come un obbligo e la cosa più sgradevole è dover stare seduti 8 ore a sentire urla e noiose maestre.

    Il primo giorno si sente sputata dentro la scuola come una pallina da biliardo e viene travolta da un ragazzo villano paragonato ad un avanzo di galera.

    Yone si sentiva innocente ma prigioniera da quella “prima A” che sarebbe durata per 5 anni.

    Per fortuna entra Lorenzo, un compagno, che dopo aver pestato una cacca per strada vive con Yole la loro prima avventura, tentando di andare nei bagni bloccati da quel mostro di bidella Nilde.

    In pochi giorni Yole si conquista la fama di “birbante” grazie alle maestre Anna e Gioia, molto diverse nel fisico, ma uguali nei modi e nell'urlare in modo sibilante il suo nome.

    In più ci si mette anche la mensa, uno dei tasti dolenti, dove piatti dai colori strani accompagnano intrugli immangiabili.

    La scuola non faceva per la povera Yole che sognava festività e vacanze viste come un'amnistia temporanea da quella prigionia.

    Arrivo finalmente la terza elementare accompagnata da quell’ odiosa della compagna Rebecca la più brava della classe, orgoglio delle maestre e per Yole, persa nella sua fantasia, quel momento fu accompagnato dall'arrivo della prima nota e di conseguenza anche la ramanzina dei genitori.

    In questi momenti Yole immagina la sua fantasia imprigionata come un ladro in gattabuia.

    I suoi giorni passano tra errori, terribili nozione ortografiche difficili e inarrivabili a parte per l'odiosa Rebecca.

    Un giorno accadde che i numeri ed il quaderno, o meglio il taccuino, iniziarono a parlare perché Yole li trattò male.

    Le dissero di stare attenta poiché lei doveva arrivare ad imparare la grammatica e non la sgrammatica, come la maggiorparte della gente in giro, a causa della sua distrazione e svogliatezza

    Yole rimanendo sempre indietro chiese aiuto al taccuino, visto che sembrava così saggio, ma nulla valse ed arrivò pure la seconda nota con richiami e divieti per i giochi, per i cartoni e per gli amici.

    Minacciò il taccuino di abbandonarlo nel freddo zaino o di tagliarlo a pezzettini e lui dopo tanta insistenza capitolò i fece i compiti al posto di Yole ma tra alti e bassi e scioperi arrivò così la quarta elementare.

    Qui ci fu la tragica scoperta che le maestre cambiarono i posti a sedere e lei capitò vicino alla perfida Rebecca la “ so tutto solo io” e le giornate divennero interminabili.

    Comparve, per di più Mister pidocchio, che pur di averla come amica le promise di liberarla di Rebecca.

    L'avviso della maestra per un pericolo pediculosi scatenò a casa di Yole un cataclisma di pulizie a causa dell'importanza dell'igiene e poi non si fece mancare neppure l'influenza, periodo che non le dispiaceva perché era lontana da scuola.

    In questi giorni di malattia arrivò un nuovo amico “Aggettivo” che si lamentava della sua mamma severa insopportabile di nome Grammatica e di tutti i suoi fratelli: Nome, Articolo e Verbo e delle zie Morfologia e Sintassi.

    Yole parlava alla mamma dei suoi amici e lei la credeva febbricitante , la tenne a casa ancora ma si fece pure dare i compiti dalla maestra, tanto che Yole pensò fosse che fosse peggio stare a casa con la mamma che tornare a scuola.

    Al suo rientro incontrò ancora pidocchio e lo ospitò nel suo banco e si sedette vicino a quell'insopportabile noiosa e detestabile Rebecca.

    Le maestre credevano fosse l'unica che potesse dare una buona influenza a Yole, ma lei voleva liberarsene facendo l’insopportabile, fece del suo peggio e dopo la guerra delle chiccole Yole si soffiò pure il naso nella felpa di Rebecca.

    Ne scaturì un urlo incontrollabile della maestra Gioia che le mise a due tavoli diversi in fondo all'aul;

    le due compagne iniziarono ad insultarsi vigorosamente, finché un giorno Rebecca affrontò Yole e lei disse che l'avrebbe aiutata a migliorare così entrambe avrebbero potuto sedersi vicino ai loro amici.

    Arduo proposito Yole era un osso duro, nonostante tutto Rebecca inperterrita ci provò instancabile.

    Un giorno, durante la lettura un personaggio di nome Dino saltò fuori e disse a Yole di leggere bene per non far arrabbiare la signora punteggiatura e non causargli problemi.

    Yole, allora, lesse tutto il brano d'un fiato rispose pure le domande e la maestra si complimentò con lei.

    I risultati della perseveranza di Rebecca cominciarono a vedersi e le bambine cominciarono a vedersi anche nel pomeriggio.

    I personaggi prendevano sempre vita dai libri e aiutarono Yole a diventare più sicura di sé.

    Una sera non studiò gli insiemi ma i sensi di colpa le rovinarono la serata e non la lasciavano in pace; di seguito l'interrogazione andò malissimo.

    Quando la maestra nominò le operazioni in colonna Yole scarabocchiò le colonne della classe e finì dalla preside per quella bravata.

    Ora aveva un nuovo primato e si aspettava una punizione esemplare da quella figura da lei immaginata mostruosa.

    La preside si dimostrò umana e le raccontò che conosceva da vicino la fantasia dei bambini e per questo faceva il suo lavoro; disse a Yole che la fantasia va educata non dimenticata bisogna usare delle regole.

    La preside non raccontò ai genitori l'accaduto e raccomandò a Yole di dare alla sua fantasia una disciplina e le raccomandò di impegnarsi maggiormente.

    Nei mesi successivi i miglioramenti erano visibili e l'anno si concluse in modo brillante.

    La maestra disse che in quinta Yole poteva tornare con Lorenzo; Yola e Rebecca sopportavano ma si accorsero che se lavoravano insieme i voti lievitavano e taccuino fece notare a Yole che la diversità è una vera virtù.

    Dopo un po’ di tempo la sua coscienza si fece sentire sottoforma di un personaggio, un asinello, che le ricordò che la sua irriconoscenza verso Rebecca era palese.

    Durante una lezione di italiano menzionarono la metafora” chi trova un amico trova un tesoro” e Yole disse alla maestra che trovarne due sarebbe meglio e che oltre a Lorenzo voleva sedere vicino anche alla sua amica Rebecca.

    Yole si accorse di essere più saggia, di avere imparato tante cose, affrontato avventure, vissuto amicizie e solidarietà fra compagni esperienze che la rendevano più felice.

    L'ultimo giorno di scuola volò ed anche Yole si sentiva volare e voleva urlare “fineeeee” ma poi sentì la parola “medie” e trasalì.

    Sbuffò “gli esami non finiscono mai” ma è meglio non pensarci ora ci sono le vacanze.

    Questo libro è irriverente, fantasioso e coinvolgente si legge tutto d'un fiato e dice ciò che i ragazzi vogliono sentirsi dire che la scuola è brutta ma che affrontarla può essere un’ avventura che ci aiuta a maturare.

    Sia nel bene che nel male ci sono insegnamenti basta coglierli.

    Letto 82 volte
    Altro in questa categoria: « PLANCK - Da Piccolo farò lo Scienziato

    Newsletter