Stampa questa pagina
Sabato, 03 Novembre 2012 13:37

Autovalutazione dell’insegnamento

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
AREA COMUNICAZIONE: confrontarsi in modo costruttivo con i colleghi; utilizzare strategie con gli alunni. AREA TEMATICA: Valutazione ATTIVITA’: Valutazione dell’insegnamento e sviluppo professionale. OBIETTIVO: riconoscere i tratti distintivi e le criticità della valutazione dell’insegnante in funzione dello sviluppo professionale. TITOLO ATTIVITA’: L’autovalutazione dell’insegnamento ORDINE DI SCUOLA: primaria

AREA PROGETTAZIONE-MOTIVAZIONE: costruire interventi educativi motivanti andando incontro alle differenze e ai bisogni individuali.

L’INSEGNANTE:

  • Individua strategie educative adeguate ai singoli alunni e ai casi problematici;
  • Predispone mezzi, strumenti, prevede tempi e spazi congruenti con gli obiettivi;
  • Individua modalità e mezzi di comunicazione adeguati agli alunni;
  • Sollecita curiosità e atteggiamenti di esplorazione  e scoperta negli alunni;
  • Differenzia gli interventi didattici in relazione ai bisogni degli alunni;
  • Sperimenta modi diversi di tradurre gli insegnamenti in apprendimenti;
  • Utilizza stimoli provenienti dell’extra scuola per modificare creativamente l’attività didattica;
  • Adatta l’intervento didattico alle esigenze emergenti.

AREA COMUNICAZIONE: confrontarsi in modo costruttivo con i colleghi; utilizzare strategie con gli alunni.

  •  E’ collaborativo con i colleghi;
  •  Ascolta ed è disponibile al dialogo e al confronto;
  •  Crea occasioni di scambio e di confronto;
  •  Concorda con i colleghi stili educativi;
  •  E’ disponibile alla ricerca di soluzioni che migliorino  la qualità dell’offerta formativa;
  •  Sa interagire con gli alunni in modo da creare un’atmosfera positiva;
  •  Sa interagire con i genitori.

AREA VALUTAZIONE: controllare il processo del proprio intervento valutando se stesso e gli studenti.

L’INSEGNANTE :

  • Riflette sull’efficacia dei suoi interventi per attivare autocorrezioni;
  • Costruisce ed utilizza strumenti per l’osservazione sistematica;
  • Verifica sistematicamente lo scarto tra i risultati attesi e quelli effettivamente raggiunti dagli alunni.
Letto 1919 volte Ultima modifica il Sabato, 01 Dicembre 2012 09:11

Ultimi da Daniela

Articoli correlati (da tag)