Stampa questa pagina
Sabato, 10 Novembre 2012 20:09

Discipline In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
L’INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONEPromuove la conoscenza critica delle fonti e delle verità fondamentali del Cristianesimo attivando la circolarità ermeneutica di esperienza di vita, riferimenti interculturali e inter-religiosi ed elaborazione cristiano cattolica. È pertanto essenziale che lo studio della Religione, attraverso la proposta della figura di Cristo quale risposta del Cattolicesimo ai grandi quesiti esistenziali, solleciti di riflessione e la responsabilità personale intorno al senso della vita e ad una progettualità coerente. L’INSEGNAMENTO DELL’ITALIANOMira a far conseguire specificamente il possesso dinamico della lingua, peculiare risorsa di cui l’essere umano dispone per esprimere e comunicare la propria realtà interiore e l’esperienza personale e collettiva in una relazione di reciprocità propiziata dal processo educativo con altri sistemi di significazione: i linguaggi non verbali. È pertanto essenziale che lo studio dell’Italiano favorisca l’acquisizione e strumenti l’elaborazione di conoscenza; promuova l’espressione di sé e del mondo; sostenga l’operatività e la costruzione di rapporti interpersonali nei contesti di vita; consenta l’accesso creativo ai diversi ambiti di conoscenza ed esperienza.

L’INSEGNAMENTO DELL’INGLESE E DELLA SECONDA LINGUA COMUNITARIA
Nel quadro di una visione globale dell’educazione linguistica, ha il compito di contribuire allo sviluppo cognitivo con l’offerta di un altro strumento di organizzazione della conoscenza; di favorire la comunicazione attraverso un sistema linguistico diverso dal proprio; di avvia-re alla comprensione di altre culture e di altri popoli attraverso lo strumento linguistico. È pertanto essenziale che lo studio delle Lingue Comunitarie contribuisca all' arricchimento delle possibilità comunicative e degli orizzonti culturali.

L’INSEGNAMENTO DELLA STORIA
Promuove la capacità di ricostruzione dell’immagine del passato e di individuazione delle connessioni tra passato e presente muovendo dal riferimento alla realtà e dalla pratica storica. È pertanto essenziale che lo studio della Storia sostenga la comprensione critica e approfondita dei fatti e degli eventi.

L’INSEGNAMENTO DELLA GEOGRAFIA
Promuove la conoscenza, la rilevazione, la rappresentazione e l’interpretazione dei principali tipi di paesaggio, dei rapporti tra l’ambiente e le società umane, dell’intervento degli uomini sul territorio. È pertanto essenziale che lo studio della Geografia, nella più ampia prospettiva delle Scienze della Terra, sviluppi la consapevolezza del rapporto dinamico tra i concetti di spazio fisico e di spazio vissuto e progettato.

L’INSEGNAMENTO DELLA MATEMATICA
Tende a sviluppare in modo specifico concetti, metodi e atteggiamenti utili a promuovere l’insieme integrato delle capacità di misurazione, di previsione e di valutazione di fatti e fenomeni della realtà, ordinare, quantificare, misurare i dati dell’esperienza, interpretarli criticamente e progettualmente. È pertanto essenziale che lo studio della Matematica, attraverso l’acquisizione diretta di concetti e strutture, promuova la formazione integrale del pensiero nei suoi aspetti di intuizione, deduzione, immaginazione, controllo e verifica o smentita.

L’INSEGNAMENTO DELLE SCIENZE
Attraverso l’acquisizione teorico pratica di conoscenze fondamentali del mondo fisico e biologico nelle loro reciproche relazioni e nel loro rapporto con l’uomo, si propone di sviluppare nei confronti del mondo un atteggiamento euristico ed ecologico e abilità di osservazione, ricerca, previsione e connessione, al fine di descrivere e interpretare i fenomeni. È pertanto essenziale che lo studio delle Scienze favorisca l’attitudine a identificare, entro situazioni complesse, singoli elementi ed eventi, negoziando descrizione, spiegazione e interpretazione delle loro relazioni.

L’INSEGNAMENTO DI TECNOLOGIA E INFORMATICA
E’ volto a favorire l’acquisizione critica, la rappresentazione e l’uso consapevole e intenzionale di conoscenze relative a prodotti e processi naturali o artefatti: prodotti secondo tecniche da sottoporre a loro volta a studio e a riflessione allo scopo di elaborare nuova teoria relativa all’attività produttiva e trasformativi dell’essere umano nel suo rapporto con il mondo e non con le cose. È pertanto essenziale che lo studio di Tecnologia e Informatica promuova e sostenga la capacità di ideare, organizzare, contestualizzare e finalizzare azioni e modelli di azione in una prospettiva di ricerca della qualità della vita.

L’INSEGNAMENTO DELLA MUSICA
Promuove le competenze relative alla fruizione degli eventi sonori, necessarie per ascoltare e comprendere il linguaggio musicale, e le competenze relative alla produzione musicale, necessarie per eseguire o “inventare” soluzioni sonore personali, sollecitando una particolare forma di intelligenza del mondo e aprendo ai soggetti in apprendimento nuove strade di accesso alle conoscenze. È pertanto essenziale che lo studio della Musica si prospetti come peculiare risorsa espressiva e comunicativa di cui la persona possa avvalersi nel dialogo multimediale e inter-culturale richiesto dall’attuale contesto sociale.

L’INSEGNAMENTO DI ARTE E IMMAGINE
Tende a promuovere la maturazione della capacità di esprimere, di comunicare e di accedere alle conoscenze mediante il linguaggio della figurazione, che si avvale di elementi plastici e visivi e della loro combinazione artistico creativa. È pertanto essenziale che lo studio di Arte e Immagine, sensibilizzando all’apprezzamento delle diverse forme d’arte mediante sperimentazione e fruizione guidata e coltivando l’estetica e il potenziale creativo dei soggetti, sviluppi abilità e competenze dei lettura, interpretazione e utilizzo originale e critico del linguaggio i-conico e delle relative tecniche.

L’INSEGNAMENTO RELATIVO ALL’ATTIVITÀ MOTORIA E SPORTIVA
Guidando la conoscenza e il controllo dell’emotività e della motricità nello spazio fisico e relazionale, anche attraverso la pratica sportiva individuale e di squadra, tende a promuovere la consapevolezza della corporeità come potenzialità espressiva, comunicativa, operativa e si configura come ambito privilegiato per lo svolgimento di esperienze significative volte alla conoscenza di sé in relazione agli altri e alle cose. È pertanto essenziale che lo studio dell’Attività motoria e sportiva acquisti un’esplicita valenza formativa relativa allo sviluppo integrale e armonico del soggetto e alla sua partecipazione alla vita sociale.


Letto 2021 volte Ultima modifica il Sabato, 10 Novembre 2012 21:43

Ultimi da Daniela

Articoli correlati (da tag)