Stampa questa pagina
Sabato, 12 Gennaio 2013 20:56

Inglese divertendosi

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)
 “INGLESE E YOGA”: lucidità e sensorialità nell’apprendimento della lingua OBIETTIVO:  promuovere la comunicazione e l’interazione sociale nell’apprendimento precoce di una L2. Individuazione delle linee generali di una proposta didattica per la classe prima tenendo presenti i punti qualificanti del caso proposto: sensorialità e ludicità, contestualizzazione della lingua inglese, ambiente di apprendimento unitario, flessibilità della risorsa tempo, riflessione culturale e interculturale.

 

Il caso proposto utilizza lo yoga come una modalità per rendere l’alfabetizzazione della lingua inglese un momento di apprendimento globale, che coinvolge il bambino nella sua interezza.

Lo yoga favorisce e sollecita gli aspetti cognitivi, affettivi e motivazionali; migliora le capacità di attenzione e concentrazione del bambino, rafforza la capacità di ricordare.

L’esperienza si svolge in una scuola con un alto numero di alunni provenienti dall’estero (albanesi, rumeni, serbi, indiani, africani); altri bambini sono diagnosticati per problemi di apprendimento, di linguaggio, deficit attentativi e iperattività.

 

Il progetto “inglese e yoga” vuol cercare di:

  •  garantire un primo approccio dei bambini alla lingua inglese in modo ludico e in situazioni piacevoli e gratificanti;
  • coinvolgere emotivamente e affettivamente attraverso l’utilizzo di attività motivanti che sviluppino le abilità di ricezione; 
  • favorire abilità trasversali: capacità di attenzione e di concentrazione e l’espressività motoria ed emotiva.

LA METODOLOGIA:

  • Dà la motivazione ad apprendere la lingua inglese;
  • fa acquisire tecniche che aiutano a rilassarsi 
  • prevede attività ludiche piacevoli

VARIABILI CHE CONSENTONO LA TRASFERIBILITA’ IN ALTRI CONTESTI

  • afflusso di famiglie extracomunitarie nel nostro paese;
  • bisogno dei bambini di rilassarsi
  • necessità di sviluppare le capacità di ascolto e comprensione, di attenzione, di concentrazione, di espressività emotiva e motoria.

PUNTI DI FORZA

  • I materiali che occorrono sono di uso quotidiano e quindi facilmente reperibili (tappetini per yoga, peluches, giochi, cd di musica ecc.)
  • L’attività di yoga prevede forme di giudizio o di valutazione individuale
  • Le lezioni sono interdisciplinari, in base agli aspetti più motivati per i bambini
  • Presenza di attività statiche e dinamiche
  • Si ottiene un beneficio a livello fisico e nella postura, rendendo i bambini consapevoli di come funziona il corpo
  • Si creano situazioni piacevoli e gratificanti (giochi e canzoni), incoraggiando nei bambini l’immaginazione e l’espressione creativa
  • Viene favorito l’aspetto cooperativo nell’apprendimento

PUNTI DI CRITICITA’ 

  • È richiesta una competenza specifica sulle tecniche di yoga
  • È prevista la figura dell’insegnante specializzato
  • L’attività di yoga – english si dovrebbe svolgere nell’ora di inglese per un totale di trenta ore annuali, ma in realtà le ore di inglese sono molte di più 

TITOLO: THE SEA (il mare)

 Il compito unitario potrebbe essere la realizzazione di uno spettacolo di fine anno su alcuni ambienti della terra: mare, deserto, giungla.

Ogni classe potrebbe rappresentare un ambiente. La classe prima: il MARE

Bisogno: creare situazioni ludiche con coinvolgimento emotivo – affettivo

Compito unitario: realizzazione dello spettacolo di fine anno sull’ambiente MARE

Tempi previsti: aprile – maggio; tre lezioni da un’ora

Spazi: aula e palestra

Discipline coinvolte:

scienze: esplorare il mondo attraverso i cinque sensi – conoscere le caratteristiche dell’elemento acqua

matematica: riconoscere le grandezze

geografia: aspetti topologici (dentro fuori/sopra sotto)

musica: scoprire la sonorità degli ambienti naturali

attività motoria: utilizzare il corpo per rappresentare situazioni e comunicare

obiettivo formativo unitario:  l’alunno manifesta rispetto verso gli altri e collabora con gli altri

obiettivi formativi 

  •  acquisire sicurezza in sé
  • rafforzare l’identità e l’autonomia
  • collaborare con gli altri
  • conoscere e utilizzare la lingua inglese

Come si svolge l’attività?

L’insegnante invita i bambini a togliersi le scarpe e i calzini e a sedersi sul tappetino con le gambe incrociate pronunciando questa frase: “It’s yoga time, take  off your shoes and your socks.  Sit down please”.

L’insegnante muove un telo blu come se fosse l’onda del mare.

I bambini cominciano l’attività-gioco:

  •  diventare pesci del mare che nuotano sott’acqua inspirando e respirando, ascoltando i comandi dell’insegnante, che proporrà il termine IN durante l’ispirazione e OUT durante l’espirazione.
  •  far finta di essere pesci di diverse dimensioni (SMALL and BIG) (l’insegnante per far capire il significato di queste parole utilizza il linguaggio mimico-gestuale
  •  far finta di essere pesci del mare ed alghe che si muovono in base ai comandi dell’insegnante: "UP” salgono in superficie, “DOWN” scendono sul fondo.

La lezione termina con esercizi di rilassamento yoga.

La lezione viene riproposta con questa modalità: sono i bambini che danno i comandi in inglese. Viene poi proposto il gioco del “maestro d’orchestra”: i bambini sono a coppie, uno di fronte all’altro, e fanno finta di essere pesci che nuotano tra le onde, copiandosi a vicenda.

Durante la terza lezione, ai bambini viene chiesto di eseguire movimenti con la musica, realizzando una danza.

Durante le lezioni svolte, l’insegnante osserva gli alunni e valuta le competenze acquisite a livello orale.

Riflessione finale 

Durante le attività di yoga in english, il bambino e coinvolto completamente: l’esperienza investe la mente, il cuore, gli affetti e le emozioni. Vengono sollecitate diverse dimensioni: fisica, neurologica, cognitiva, metacognitiva, sensoriale. Aiuta i bambini a guidare la propria mente, attraverso l’immaginazione e la visualizzazione, al fine di realizzare le proprie potenzialità e conseguire un adeguato equilibrio emotivo. Preso atto dell’afflusso continuo di famiglie straniere, la scuola ha il compito di utilizzare come risorsa la diversità culturale e linguistica di tutti i bambini, essendo centro di aggregazione e promozione culturale, sociale e civile, impegnandosi in attività mirate a costruire la consapevolezza dell’identità culturale,l’incontro con la diversità come elemento di arricchimento. 

 

Letto 10200 volte Ultima modifica il Domenica, 03 Aprile 2016 11:29

Ultimi da Daniela

Articoli correlati (da tag)